Mecenate 90, associazione senza scopo di lucro nata nel 1990, svolge attività di assistenza tecnica nel settore dei beni culturali per la valorizzazione e gestione dei musei e dei luoghi della cultura nell'ambito dello sviluppo locale. Coordina con il GAI (Giovani Artisti Italiani) il progetto europeo “Gemine Muse” per la promozione, in 9 Paesi europei, della giovane arte contemporanea. Coordina il Club dei giovani creativi italiani nel mondo. TUTTOGGI.INFO. Cosa fare e quali strumenti impiegare subito? Vincenzo Bellini, Puglia Creativa,, Ledo Prato, Mecenate 90, e Stefania Marrone, Cresco, saranno in cerca di iniziative per salvare spettacolo e Beni culturali, comparti di un intero settore ... Ansa.it - … Iscriviti a PENSA ✨ STUDIA FAI , la newsletter di cheFare Ledo Prato è Segretario Generale dell’Associazione Mecenate 90. Il sindaco Zuccarini ha ringraziato per l’invito il segretario generale di Mecenate 90, Ledo Prato, e in particolar modo il presidente del Cnel, Giuseppe De Rita “da sempre prezioso amico della città di Foligno, anche in veste di presidente di Nemetria”. Associazione Mecenate 90 L. Leggerezza - Ledo Prato Associazione Mecenate 90. Ledo Prato Segretario generale Mecenate 90. Suo padre è Ledo Prato, un nome di spicco nell’ambiente culturale, segretario generale dell’Associazione Mecenate 90 presieduta da Giuseppe De Rita, docente in … … Giorno per giorno nell'arte. Il problema è che il “bandismo”, se unico strumento, non fa crescere nessuno, non consente alle organizzazioni di avere obiettivi di medio periodo e progetti per perseguirli, fino al punto che obiettivi e azioni cambiano in funzione dell’”ultimo bando” a cui fare ricorso. di Redazione. Terminata la selezione dei 100 studenti previsti, all’inizio di giugno è partito il progetto Cantieri Creativi, il percorso di accompagnamento all’inserimento professionale per studenti e laureandi dei Dipartimenti DAMS e Architettura dell’Ateneo Roma Tre. Home » ledo prato. Questa è la nostra informativa privacy. In tre bucano la votazione sulla commissione d’inchiesta e la mozione salta. È laureato in Giurisprudenza ed è docente presso numerose Università nei Corsi di specializzazione in marketing dei beni e delle attività culturali. Se queste sono le sfide per il terzo settore non da meno sono quelle che le istituzioni pubbliche dovranno accettare per valorizzare l’apporto e il contributo che l’associazionismo può dare nell’ambito delle comunità. Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Non abbiamo alternative". Ledo Prato, segretario generale dell’Associazione Mecenate 90; Paolo Rizzi, direttore del Laboratorio di Economia Locale dell'Università Cattolica di Piacenza e Direttore scientifico di Cives. In qualità di Segretario generale di Mecenate 90 e dell’Associazione delle Città d’arte e Cultura, ha maturato una trentennale esperienza nella messa a punto e nella sperimentazione di modelli innovativi per la gestione del patrimonio culturale. Ledo Prato, Segretario di Mecenate 90, scrive ai leader sindacali per promuovere la collaborazione di tutte le realtà che si occupano di cultura. Ledo Prato è Segretario Generale dell’associazione Mecenate 90 e dell’Associazione delle Città d’Arte e di Cultura (CIDAC). Dott. Ovvero, la prassi consolidata, di ragionare su nuove progettualità a partire dai requisiti del bando di turno emanato dalle varie Pubbliche Amministrazioni. E spesso sono controlli formali. Per certi versi questo modello, utilizzato anche dalle fondazioni private, è una conquista. Possiamo tornare a essere semplici e concreti e scoprire il valore e il senso della leggerezza? Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. L'autore è il segretario generale dell'Associazione Mecenate 90. Talvolta lo aiutavano i genitori: il padre è Ledo Prato, segretario dell'associazione Mecenate 90 (di cui è presidente Giuseppe De Rita) e docente presso lo Iulm. Compre online Mecenate 90. Nel 1990, insieme a Ovidio Jacorossi e Giuseppe De Rita, abbiamo fondato l’Associazione Mecenate 90 di cui sono Segretario generale. Di fronte ad una crisi che ha assunto una dimensione planetaria, e che ha colpito duramente il nostro Paese, con effetti e caratteristiche ancora difficili da decifrare, serviranno politiche strategiche di cui siamo sprovvisti. Ledo Prato . "Dobbiamo far ritornare il governo sui suoi passi. Coordinatore del Piano Strategico Pluriennale in ambito Turistico Culturale della Città di Volterra . Esperto nelle politiche per i beni e le attività culturali. Prueba Prime Hola, Identifícate Cuenta y listas Identifícate Cuenta y listas Pedidos Suscríbete a Prime Cesta. È esperto di aspetti giuridico/amministrativi legati alle problematiche relative alla programmazione territoriale, ai modelli di sviluppo sostenibile per la valorizzazione dei sistemi culturali, alla gestione di musei e istituzioni culturali. In qualità di Segretario generale di Mecenate 90 e dell’Associazione delle Città d’arte e Cultura, ha maturato una trentennale esperienza nella messa a punto e nella sperimentazione di modelli innovativi per la gestione del patrimonio culturale. Prato, senza volerci girare troppo intorno: da dove si riparte. Altro che rendicontazioni cervellotiche, monitoraggi, analisi di impatto e così via. È passato molto tempo da allora. L’ostacolo non si supera perché l’attribuzione di risorse prevede il ricorso al bando di evidenza pubblica. Come Segretario Generale dell’Associazione delle Città d’Arte e di Cultura (CIDAC) promuove attività di scambio e confronto fra le città d’arte per la valorizzazione del patrimonio culturale nonché progetti per la promozione delle città d’arte nelle capitali europee, in particolare a Parigi e Berlino. A seguire è stato presentato agli studenti il progetto “Cantieri Creativi”, a partire dalla sua ideazione fino ai suoi obiettivi finali.Il Dott. Molto presente nel campo delle politiche di tutela e valorizzazione di Beni Culturali, ha svolto attività di analisi, applicazione e sviluppo di strumenti di programmazione per conto del Ministero per i Beni culturali, Città e Regioni. Ha maturato, inoltre, una ventennale esperienza relativa alla messa a punto ed allasperimentazione di modelli innovativi per la gestione del patrimonio culturale di molte regioni italiane. Ha ideato e gestito: il Progetto Magnifico per la valorizzazione delle eccellenze dell’arte italiana con la collaborazione del Ministero per i beni culturali e di Alitalia, Eurofly, Alpitour, Grandi Catene Alberghiere, Ferrovie dello Stato ed altri; il Progetto Alla scoperta del Tuo Paese, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e il Ministero per i beni culturali, per lo sviluppo del turismo scolastico; il Progetto “1° trofeo della Lingua Italiana”, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e il Ministero degli Affari Esteri, per la conoscenza e diffusione della lingua italiana. Vincenzo Bellini, Puglia Creativa,, Ledo Prato, Mecenate 90, e Stefania Marrone, Cresco, saranno in cerca di iniziative per salvare spettacolo e Beni culturali, comparti di un intero settore ... Ansa.it - 30-4-2020 Noi stessi siamo nati nel 1990 realizzando il primo spazio pubblico, il Palazzo delle Esposizioni a Roma, con un investimento pubblico-privato e la gestione dei servizi affidati a privati. Ultima domanda a bruciapelo: cosa pensa dei privati nella cultura? Esperto di politiche di tutela e valorizzazione di Beni Culturali, ha svolto attività di analisi, applicazione e sviluppo di strumenti di programmazione per conto del Ministero per i Beni culturali, Città e Regioni. Oggi, nel Codice del terzo settore, la parola “controllo” torna, se ricordo bene, più di 70 volte. È tempo di passare alla co-programmazione, alla co-progettazione fra istituzioni e terzo settore per costruire politiche sociali e culturali adeguate ai bisogni, alle fragilità, alla crescita civile e sociale. Coordina con il GAI (Giovani Artisti Italiani) il progetto europeo “Gemine Muse” per la promozione, in 9 Paesi europei, della giovane arte contemporanea. Il fermento delle città intermedie: l’Italia policentrica, Dobbiamo superare il ‘bandismo’ per ricominciare a fidarci dell’innovazione culturale, Gli spazi rigenerati nelle città sono diventati laboratori della cultura collaborativa, Cultura, che fare? Ledo Prato, edizione online, 25 marzo 2020 . Ledo Prato è Segretario Generale dell’associazione Mecenate 90 e dell’Associazione delle Città d’Arte e di Cultura (CIDAC). Mi sembra maturo il tempo per imparare a fare meglio con meno. Vale per le istituzioni come per il terzo settore. Per ripartire dobbiamo innanzitutto cambiare il nostro punto di vista sul futuro: promuovere uno sviluppo “rigenerativo” che non punti solo alla crescita del PIL ma al rispetto dei diritti alla salute, coltivando una economia civile, una cultura del bene comune, dei beni relazionali e ambientali, una rigenerazione umana che produca benessere e non diseguaglianze. Ledo Prato . I più letti della settimana Giorno per giorno nell'arte | 12 ottobre 2020. Un tale meccanismo non discrimina fra organizzazioni consolidate e nuove, mentre nel “bandismo” c’è una oggettiva disparità che spesso non consente ai “piccoli” di crescere. Ledo Prato, edizione online, 25 marzo 2020 . Senza nulla togliere allo strumento delle sponsorizzazioni, penso che dovremmo promuovere e favorire forme di partenariato non occasionali, immaginando che l’impresa possa contribuire alla crescita delle istituzioni culturali apportando competenze, conoscenze, saperi, relazioni. Ledo Prato, Luca Aversano e Roberto Morozzo della Rocca. Penso al Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali, il Fondo per la Cultura con la messa in campo dell’Istituto per il Credito Sportivo, gli interventi a favore dello spettacolo dal vivo, l’estensione dell’accesso al credito fino a 25.000 euro ai soggetti del terzo settore, il potenziamento del Fondo per il Terzo settore e il sostegno alle organizzazioni no profit del Mezzogiorno. Ledo Prato, segretario generale dell'associazione Mecenate 90, non si rassegna all'idea di veder sfumare i finanziamenti per la ristrutturazione del Castello Alfonsino previsti nell'ambito del progetto Pon. Per certo rispetto a realtà culturali più strutturate e consolidate. "Il concorso - spiega il Segretario Generale di Mecenate 90, Ledo Prato, a Tafter Journal - delimita l'ambito di applicazione ai settori direttamente Giorno per giorno nell'arte | 13 ottobre 2020. Una mappatura nazionale dei nuovi centri culturali promossa da cheFare. Si concluderà a marzo del 2021. Coordina il Club dei giovani creativi italiani nel mondo. In una prospettiva come quella che ho sinteticamente tracciato il terzo settore, l’associazionismo culturale hanno un ruolo straordinario. Da lungo tempo i mercati, la finanza hanno preso il sopravvento sulla politica e ci siamo limitati a seguire l’onda. In questo scenario il ruolo della cultura può essere fondamentale se non si ripropone con i riti del passato. C.F. 29 Gennaio 2019 Ledo. Ledo Prato | Roma, Italia | Segretario generale presso Fondazione CittàItalia | 69 collegamenti | Visualizza la home page, il profilo, l’attività e gli articoli di Ledo