E proprio il clima apocalittico è quello che si respira in tutta la pellicola, che si conclude con una scena significativa in cui la rabbia del protagonista si scioglie in commiserazione. U-Boot 96, film diretto da Wolfgang Petersen nel 1981, è però la dimostrazione che fare un film dal punto di vista dei tedeschi, riuscendo comunque a mostrarne l’umanità, non era impossibile. Racconta l'Operazione Bernhard, piano segreto tedesco sviluppato durante la seconda Guerra mondiale per mettere in crisi l'economia britannica e statunitense attraverso l'immissione di banconote false. Uno statunitense espatriato gestisce un locale a Casablanca, nei primi anni della seconda Guerra mondiale. Sulla spiaggia della cittadina francese l’esercito alleato si ritrovò in un vicolo cieco mentre alle porte di Dunkerque le truppe tedesche erano pronte a sferrare il colpo letale. Ma non è stato solo il cinema americano a toccare il tema. L’ultimo grosso rischio lo corse quando venne sorpreso da un ufficiale tedesco che però, incantato dalla sua musica, decise di risparmiarlo e anzi aiutarlo. Trama Dunkirk Film ambientato nella Seconda Guerra Mondiale che racconta lo spostamento dei… Ago 31, 2017 di gnius in Trailer La pellicola, come detto, è stata uno dei più grandi successi della storia del nostro cinema. Ai premi Oscar del 1999 ottenne addirittura tre riconoscimenti: per il miglior attore, per la miglior colonna sonora e per il miglior film straniero. Lo interpreta superbamente George C. Scott, che ha anche ricevuto l'Oscar ma si è rifiutato di ritirarlo in contrasto con il "carrozzone" dell'Academy. Questi includono la Guerra civile russa e quella spagnola, la Grande guerra patriottica e la Seconda guerra … Ambientato durante la seconda Guerra mondiale, racconta la storia vera di Desmon Doss, primo obiettore di coscienza ad aver ricevuto la medaglia d'onore. 14) Quella sporca dozzina (1967) di Robert Aldrich. Da brividi e iconica la scena finale con Anna Magnani che urla "Francesco!" Tra il 1942 e il 1944 questo reparto, incaricato di combattere i partigiani locali, si macchiò di alcune tra le peggiori atrocità di quel conflitto, incendiando villaggi, compiendo stupri di massa e massacrando pare più di 100mila civili. In ordine sparso, ecco 15 film belli sulla seconda Guerra mondiale. Con Steve McQueen, Richard Attenborough, Charles Bronson. Insomma, pure senza voler fare sociologia di seconda mano o ripassare i flussi della storia del cinema, si capisce che la renaissance del genere bellicoha molte buone ragioni per darsi una motivazione: in questa fascia d’attualità temporale s’è appena proposta e si proporrà nell’immediato una serie di film anche ottimi in una fluttuazione d’epoche e di eventi vagante fra il Secondo conflitto mondiale e l’Afghanistan, il Sudest Asiatico e l’Italia, addirittura con contaminazioni western e d’illusionismo. 2) Roma città aperta (1945) di Roberto Rossellini. Film lungometraggi, classici cortometraggi, documentari della cultura mondiale, propaganda della seconda guerra mondiale, trailer cinematografici e film realizzati in soli dieci ore. Tutti questi contenuti sono presenti in questa libreria. 3) Schindler's List - La lista di Schindler (1993) di Steven Spielberg. La Seconda guerra mondiale è una storia che contiene al suo interno diverse storie. Un racconto illuminante e attento degli ultimi dieci giorni di Hitler, dal suo 56° compleanno il 20 aprile 1945 al suo suicidio il 30 aprile, attraverso gli occhi della sua segretaria personale Traudl Junge. Scritto da Ales’ Adamovič – che aveva combattuto tra i partigiani da ragazzo – assieme al regista Elem Klimov, il film trae il suo titolo da un passo dell’Apocalisse di San Giovanni. Tarantino ha preso spunto da questo grande classico, brutale e sapientemente diretto, per Bastardi senza gloria. Lo stesso è un film di guerra di grande potenza. Abbiamo perciò fatto una ricognizione del miglior cinema di guerra non americano, partendo dalla nostra Italia e passando per la Russia, la Gran Bretagna, la stessa Germania. Ovviamente non si considera un genio. Qui ritrova una sua vecchia fiamma, e il corrispettivo marito, leader della resistenza cecoslovacca. La storia la conoscete sicuramente tutti, se non altro perché la pellicola è stata a lungo il film col maggior incasso nella storia del cinema italiano e quella con lo share più alto al primo passaggio televisivo. Ottimo Adrien Brody che lo interpreta: Oscar per lui, e anche alla regia e alla sceneggiatura. Szpilman suona Chopin, prima e dopo la guerra, ma anche la musica sembra diversa dopo quell'esperienza devastante. 1) Il pianista (2002) di Roman Polanski Una storia vera, Palma d'oro a Cannes. Il protagonista è Guido Orefice (lo stesso Benigni), un ebreo che nel 1939 si trasferisce ad Arezzo e, dopo un rocambolesco corteggiamento, riesce a conquistare il cuore di una maestrina (Nicoletta Braschi). Qualche decennio dopo quell'epico scontro di guerra, furono trovate centinaia di lettere mai spedite di militari nipponici. Un punto che il cinema non poteva certo esimersi dal raccontare, sia con scopi morali che didattici. 5) Il falsario - Operazione Bernhard (2007) di Stefan Ruzowitzky. Anche in Polonia – dove Polanski non girava dal 1962 – il film ha conquistato 8 premi nel principale concorso cinematografico nazionale. Se in Flags of Our Fathers Clint la osservava dal punto di vista degli americani, ora lo fa dal punto di vista del "nemico". Cinque bei documentari sulla Seconda guerra mondiale, Cinque fondamentali date della Seconda guerra mondiale, Cinque tra i migliori film di guerra recenti, Storia semiseria e illustrata della filosofia occidentale, Brad Pitt e Snoop Dogg vogliono una parte in Peaky Blinders, Le 50 attrici italiane più famose di ogni epoca, Cinque belle e brave attrici degli anni ’50, Commedie romantiche recenti: i migliori film per emozionarsi, Cinque attori che hanno interpretato Superman, I film di Totò: gli 11 più belli e divertenti. © COPYRIGHT 2013/2020 CINQUE COSE BELLE. Due sono i film italiani che abbiamo inserito in cinquina, separati tra loro da una cinquantina d’anni ma legati dal tentativo di rappresentare i dolori e le sofferenze della popolazione durante la Seconda guerra mondiale. Fai log in per entrare nel tuo account. Con il suo inconfondibile stile pulp, Quentin cambia il corso della Storia, che va proprio come avremmo voluto. Un Olocausto vissuto anche sulla propria pelle. La Seconda guerra mondiale è un conflitto che, tra il settembre 1939 e l'agosto 1945, contrappone le potenze dell'Asse, Germania, Giappone e Italia, agli Alleati, USA, URSS, Gran Bretagna e Francia. Ama il primo Nanni Moretti, il primo De Gregori, i primi R.E.M., i primi Belle and Sebastian, i primi Baustelle e il primo Nick Hornby. Dal 31 agosto 2017 al cinema, film di guerra incredibilmente avvincente. Un film potente e pieno d'umanità, per lo più in bianco e nero. Polanski, infatti, ha deciso di far adattare la vera storia di Władysław Szpilman, pianista ebreo che all’inizio della guerra lavorava per la radio. Affascinante avventura di guerra e romanticismo, vincitrice di tre Oscar (tra cui miglior film e migliore regia). Uno dei migliori film prima guerra mondiale recenti. Ispirato in larga misura a fatti realmente accaduti l’anno prima, il film aprì la stagione del neorealismo, anche per motivi pratici: gli studi di Cinecittà erano infatti inagibili e giocoforza bisognava girare per le strade, con mezzi spesso di fortuna. Il primo è Roma città aperta, capolavoro di Roberto Rossellini del 1945. Un militare tutto d'un pezzo, che ha creduto fermamente nella reincarnazione e nelle glorie della guerra. I tedeschi gli ordinano di addestrare una squadra di carri armati composta da prigionieri di guerra in modo che i tedeschi possano esercitarsi... a sparare contro di loro! LEGGI ANCHE: 5 film sullo sbarco in Normandia. Nel 1944, alla vigilia dello sbarco in Normandia, dodici galeotti sono addestrati dall'esercito statunitense per un'importante missione segreta, molto rischiosa, nella Francia occupata dai nazisti. Visto che il conflitto ha lambito in maniera drammatica varie parti del mondo, anche altre cinematografie vi si sono gettate a capofitto. Un film commovente sulle conseguenze della seconda Guerra mondiale sugli uomini che l'hanno combattuta, inquadrate attraverso le storie di tre militari statunitensi che tornano alla vita civile: la difficoltà di reinserirsi, i traumi, lo spirito di cambiamento. E lo fa con onestà, semplicità e fedeltà storica, mostrando esaltazione, paura, sconforto, pazzia. La nascita del neorealismo italiano. Con Fazi Editore ha pubblicato, nel corso degli anni, due libri: You have entered an incorrect email address! La seconda Guerra mondiale è stata ispiratrice di tanti film avvincenti e più o meno struggenti. Con Alida Valli. Ha vinto sette Oscar, tra cui miglior film, regia, attore protagonista a Fredric March e attore non protagonista a Harold Russell, vero reduce di guerra mutilato agli arti superiori. Utilizzando in alcuni c… È il 1941 e il tenente Ivushkin viene fatto prigioniero dai nazisti. Complice il successo di film come Schindler’s List e, appunto, La vita è bella, decise però di rompere finalmente gli indugi. E, tra tutte le guerre, il secondo conflitto mondiale è particolarmente vicino e abbastanza movimentato da fornire buone storie e interessare il pubblico. L'altra faccia della battaglia di Iwo Jima, in suolo giapponese. LEGGI ANCHE: 5 film sullo sbarco in Normandia. Vi recitavano attori che avevano davvero combattuto durante la Seconda guerra mondiale o comunque se la ricordavano molto bene. Una critica pungente all'assurdità del principi assoluti. Scene d'azione memorabili e il tentativo - riuscito - di sollevare domande e riflessioni sulla follia della guerra e dell'etica militare. Fateci caso: anche il nostro cinema italiano ha per lungo tempo evitato di raccontare gli episodi più scomodi della nostra partecipazione a quella guerra, limitandosi non per nulla agli anni resistenziali, in una sorta di spirito autoassolutorio. È un film (titolo originale russo: “Oni srazhalis za rodinu”) sulle difficoltà della guerra, sulla fame, sulle vittime, e sulle imprese eroiche di tanti soldati ordinari. Mélanie Laurent, magnetica, è una giovane ebrea che nella Francia assediata dai nazisti medita vendetta per lo sterminio della famiglia. Un noir ambientato nella Vienna devastata dalla seconda guerra mondiale, percorsa da atmosfere losche e confuse. Uno scrittore americano di romanzi d'avventura è lì per incontrare il misterioso amico d'infanzia, Harry Lime, magistralmente interpretato da Orson Welles. Il film ha conquistato tre premi Oscar: per la regia a Polanski (che non ha potuto ritirarlo, per la nota condanna per stupro che ancora pende su di lui in America), per il miglior attore ad Adrien Brody e per la miglior sceneggiatura a Ronald Harwood. Sempre legato alla questione ebraica è anche Il pianista. La storia è ambientata nella Roma occupata dai nazisti, poco prima della liberazione angloamericana. Monumentale film di guerra basato sull’omonimo saggio storico del 1959 di Cornelius Ryan sullo sbarco in Normandia durante la seconda guerra mondiale. È avvolta da ombre, enfatizzate dal bianco e nero premiato con l'Oscar. La battaglia di Hacksaw Ridge segna il trionfale ritorno alla regia di Mel Gibson che, dopo noiose vicende personali con accuse di maltrattamenti e insulti a sfondo razzista, sembra esser tornato nelle grazie di Hollywood e dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences: il suo film di guerra, fede ed eroismo ha ricevuto sei candidature all'Oscar. Investment News,top Stories,uncategorized, 15 film belli sulla seconda Guerra mondiale, Cinepanettoni e film di Natale ai tempi del Covid. Anzi, vi è legato ancora di più del film di Benigni, perché, mentre quest’ultimo non aveva vissuto gli orrori della guerra e non era ebreo, Roman Polanski, il regista de Il pianista, visse quei tragici eventi sulla propria pelle. Lista di film e documentari sulla guerra in Italiano su YouTube. 8) La caduta - Gli ultimi giorni di Hitler (2004) di Oliver Hirschbiegel. … in prima persona. 6. Come si può immaginare, il tenente ha un asso nella manica che tirerà fuori nel momento più opportuno. Ermanno “scrip” Ferretti ha 41 anni, vive tra Roma e Vienna (nel senso che abita più o meno a metà strada tra le due) e di mestiere fa l’insegnante. Il film racconta gli avvenimenti dell'aprile 1945, gli ultimi giorni della seconda guerra mondiale: alleati e nazisti si combattono in una Germania ormai ridotta a un cumulo di macerie. In fondo, per gli americani è facile parlare della Seconda guerra mondiale, visto che l’hanno vinta. Nel film, questa tragedia viene raccontata tramite gli occhi di Flёra, un ragazzino sopravvissuto ai rastrellamenti e desideroso di vendetta. Apprezzato non solo in patria ma anche in tutto il resto del mondo (anche se oggi ingiustamente dimenticato), il film ottenne ben sei nomination agli Oscar, senza però vincerne neppure uno. Bruno Ganz incarna il Führer. TUTTI I DIRITTI SUI TESTI SONO RISERVATI. Senza destino (2005) di Lajos Koltai - Budapest, Seconda guerra mondiale. Quando la sua coscienza si sveglierà, capirà che proprio tramite la sua fabbrica ben avviata può salvare la vita a tanti ebrei polacchi: ne salverà 1100. Il film, che non ebbe in realtà un immediato successo economico, vinse la Palma d’Oro a Cannes e fu accolto con grande entusiasmo pure negli Stati Uniti. 7) Patton, generale d'acciaio: film del 1970 che racconta in modo biografico la storia del generale dell'esercito degli Stati Uniti d'America George S. Patton. Il pianista non è però una storia autobiografica. E lo è, in un certo senso, anche per italiani, francesi, russi, visto che – magari in fasi diverse – ne sono stati vittime. Migliori FILM sulla II GUERRA MONDIALE (SPECIALE ... - YouTube Pensato per celebrare i 40 anni dalla vittoria, fu un enorme successo in Russia ma ebbe un grande impatto anche in Occidente, soprattutto per la sua vivida rappresentazione della violenza. Una selezione dei migliori film completi in italiano americani e internazionali. "Roma città aperta" (1945) di Roberto Rossellini, "Schindler's List - La lista di Schindler" (1993) di Steven Spielberg, "Il falsario - Operazione Bernhard" (2007) di Stefan Ruzowitzky, "Bastardi senza gloria" (2009) di Quentin Tarantino, "Il ponte sul fiume Kwai" (1957) di David Lea, "La caduta - Gli ultimi giorni di Hitler" (2004) di Oliver Hirschbiegel, "I migliori anni della nostra vita" (1946) di William WylerOlycom, "Salvate il soldato Ryan" (1998) di Steven Spielberg, "Lettere da Iwo Jima" (2006) di Clint Eastwood, "Patton, generale d'acciaio" (1970) di Franklin J. Schaffner, "Quella sporca dozzina" (1967) di Robert Aldrich. Ecco dove vederli, Il bilancio della presidenza Trump è positivo, ma non si può dire, Giocano a scacchi a -20° immersi nel ghiaccio | video, Ed Sheeran pubblica a sorpresa il nuovo singolo "Afterglow", Il vaccino contro il Covid è già in vendita in Italia, Tutto quello che dovete sapere sul comeback dei BTS, Pescatori abbandonati in Libia: il giallo della responsabilità politica, Il piano terapeutico tedesco che prescrive l'idrossiclorochina, Tutti gli stipendi dei calciatori di serie A. Pensa che i geni, quindi, dovrebbero morire a 40 anni. Sette Oscar vinti, tra cui miglior film e migliore regia. Per l’ampiezza delle scene da realizzare il film venne diretto da un team di registi: Ken Annakin, Andrew Marton, Bernhard Wicki, Gerd Oswald e dal produttore Darryl F. Zanuck. Oskar Schindler, di origine morava, arriva nel 1939 a Cracovia con l'intenzione di arricchirsi sfruttando gli ebrei in una fabbrica di vasellame. In un campo di prigionia giapponese in Birmania, nel 1943, infuria uno scontro di volontà tra il comandante nipponico del campo e un colonnello inglese interpretato da un ottimo Alec Guinness, che guida i suoi uomini nella costruzione di un ponte sul fiume Kwai.