<>/ProcSet[/PDF/Text/ImageB/ImageC/ImageI] >>/Annots[ 13 0 R 19 0 R] /MediaBox[ 0 0 595.32 841.92] /Contents 4 0 R/Group<>/Tabs/S>> %PDF-1.5 alunni con disabilità (con sostegno didattico) alunni con altri BES per alunni con DSA o con altri BES certificati: b) P.D.P. BES; DSA. ��-n�J`-$t{��=��2؎6�x8�[������4�N������R]U-N �d&�B�����)� UDA Pluridisciplinare – Classe 3B – a.s. 2018/2019 UDA Pluridisciplinare – Classe 3C – a.s. 2018/2019 UDA Pluridisciplinare – Classe 3D – a.s. 2018/2019 WebQuest e alunni con BES 1. Il Piano Didattico Personalizzato (PDP) è uno strumento che nasce per gli studenti con DSA/BES, citato all’interno della legge 170/2010 e delle linee guida seguenti. LEGGE 170/2010 D.M. Questo strumento esplicita la programmazione didattica personalizzata che tiene conto delle specificità segnalate nella diagnosi di … Cerca le schede. Le prime sono testi più o meno lunghi, con una struttura ritmica ben definita, contengono rime, La Direttiva individua anche la possibilità di una progettazione più centrata sulla classe, con l’individuazione di uno specifico piano per tutti gli alunni della classe con BES, focalizzando l’attenzione sulle strategie inclusive. Sfruttare la risorsa informatica per utilizzare le abilità degli alunni con BES 3. %��������� Il C.d.C. %PDF-1.3 1 0 obj In questo breve video, Anna La Prova propone un esempio pratico di attività cooperativa per includere un alunno con DSA e 2 con BES. • Sviluppa un atteggiamento positivo rispetto alla matematica, attraverso esperienze significative, che gli hanno fatto intuire come gli strumenti matematici che ha imparato ad argomento:*La!tettonica!delle!placche!! In ogni gruppo classe è presente una scala di bisogni diversificati, di situazioni che richiedono interventi personalizzati ed individualizzati. La discriminante tradizionale - alunni con disabilità / alunni senza disabilità - non rispecchia pienamente la complessa realtà delle nostre classi. Strategia compensativa per le difficoltà di lettura: Attività e interventi a favore di alunni BES 5 con continuità, o per relazionale BES DISABILITA’ DVA BES DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI BES SVANTAGGIO SONO GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI LEGGE 104/1992 D.S.A. IIS “Sarrocchi” Siena Pagina 16 Come rispondere alle esigenze di una classe diversificata; Dislessia Conoscerla e Viverla – Giacomo Cutrera; Lo studio della lingua straniera secondo le linee guida della legge 170; Tecnologie digitali e DSA; Vademecum DSA; Esami di Stato. <> uda alunni 3-4 anni; uda alunni 5 anni; uda primaria. Esempi di uda scuola secondaria di secondo grado italiano. parti analitiche: descrizione del contesto, analisi dello studente con disabilità, analisi degli altri studenti con Bisogni educativi Speciali, gestione della classe inclusiva, co-teaching parti progettuali: la proposta didattica inclusiva. 3) Gioco. argomento:*La!tettonica!delle!placche!! Contenuto di conoscenza I personaggi del teatro di figura: i burattini Tratto da "BES IN CLASSE - Modelli didattici e organizzativi" di Antonia Carlini, Tecnodid Gruppo di ricerca Carlini carico di alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES). carico di alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES). 2. Cerca le schede. Didattica facile BES BES: un CD di materiali operativi per lavorare con gli alunni Ideazione ed elaborazione materiali a cura di Isabella MARINO, Antonella PULVIRENTI, Paola VERRANDO. francese (gli alunni con BES e con DSA potranno leggere la descrizione scritta a casa nel quaderno. R�XW�w���/��adW;H�0*@y����5GH�A�� ��3'����X�b��~* ʰ�b����(l�]~�UW��V�hƾZ��/{���������#�i#��%`���QH)�Br��7g�B�GY��dzQ8+��Ȳ�m��gL�� Per gli alunni dichiarati con BES per motivi socio-economici dovrà essere redatto un documento riservato in cui il Consiglio di Classe spiega la situazione del candidato e le particolari attenzioni adottate in corso d'anno. Strategia compensativa per le difficoltà di lettura: Ad ogni gruppo è stato consegnato un sacchetto colorato contenente versi di due generi poetici diametralmente opposti: filastrocche e haiku. francese (gli alunni con BES e con DSA potranno leggere la descrizione scritta a casa nel quaderno. La classe è stata divisa in 6 gruppi di quattro alunni. In ogni gruppo classe è presente una scala di bisogni diversificati, di situazioni che richiedono interventi personalizzati ed individualizzati. Unità&di&Apprendimento:! Favorire la loro integrazione nel lavoro di gruppo: … che qualitativi (stili di apprendimenti, motivazioni all’apprendimento ecc. ) Finalità del documento Con la direttiva dello scorso 27 dicembre 2012 relativa ai Bisogni educativi speciali (BES) il MIUR ha accolto gli orientamenti da tempo presenti in alcuni Paesi dell’Unione europea che completano il … 4) Compiti a casa (per tutta la classe): ripasso del lessico e di il y a… . Le UDA fanno parte della didattica laboratoriale con ... quanto è possibile dedicarsi ai singoli studenti senza dover gestire il resto della classe. Favorire la loro integrazione nel lavoro di gruppo: … �ߒu|J�,H �,�y������n�7�{����t���r�=,V��� ��4�4���Z�I�r�p�1Q!�)��%���\S9>������nhvNSh���DE`S��� La discriminante tradizionale - alunni con disabilità / alunni senza disabilità - non rispecchia pienamente la complessa realtà delle nostre classi. WebQuest e alunni con BES 1. 3) Gioco. classe seconda disciplina/e coinvolta/e italiano, arte, tecnologia, matematica, scienze, educazione motoria, cittadinanza e costituzione insegnante/i curricolari e di sostegno tempi di realizzazione (periodo, numero ore) 4 settimane analisi della classe (situazione: numero alunni, bes… che qualitativi (stili di apprendimenti, motivazioni all’apprendimento ecc. che qualitativi (stili di apprendimenti, motivazioni all’apprendimento ecc. ) Il momento dell’esposizione orale sarà anche un momento di verifica orale. UDA con indicazioni per i BES Argomento: IL SISTEMA NERVOSO ... ripasso a tutta la classe, priva di valutazione numerica ma con informazione di ritorno sulla prestazione ... didattica nei confronti delle persone con BES. Definisce le modalità di organizzazione, le funzioni e la composizione del personale dei Centri Territoriali di Supporto (CTS). Esempi di uda scuola secondaria di secondo grado italiano. �'�7L(� ��1?��� �e��q��b. Vai al contenuto. This website uses cookies to improve your experience while you navigate through the website. Classe prima: - realizzazione di disegni rappresentanti la stagione autunnale - creazione di un cartellone con la tematica oggetto della UDA Competenze chiave/competenze culturali Evidenze osservabili Comunicazione nella madrelingua Esprime ed interpreta pensieri, sentimenti, fatti e opinioni, in forma orale in ambito ecologico. <> endobj ANALISI DELLA CLASSE (situazione: numero alunni, BES, DSA, diversamente abili, stranieri, stili di ... con il punto di vista di altri. x��]ݒ�6��w�߁{'MY� �c�z�m�S=��v��lU2�P$��-G��[�ڼ���Q���s ���æD@�5������_�?�,���B�BFݯ�?���D��Ͼ�qzT�%Dk����g}�"��DD�Oϟ�(Q��"�ř��,�����ϒ�3��oϟ�4����h���Ϧ��� V� ey��r6����� ��1=��q�R�/�1���֟��h;�>)��>���b�z��+�$�E,2��hВ��y���˘N�OY�7$���Ǐ�M=3��1$����1+��[�e�f�� studenti con bisogni educativi speciali, anche attraverso la redazione di un Piano Didattico Personalizzato, individuale o anche riferito a tutti i bambini della classe con BES, ma articolato, che serva da strumento di lavoro in itinere per gli insegnanti ed abbia la funzione di documentare alle famiglie le strategie di intervento Out of these cookies, the cookies that are categorized as necessary are stored on your browser as they are essential for the working of basic functionalities of the website. Si può lavorare sui bisogni formativi dei singoli alunni, impostando lavori di recupero, di potenziamento ... con una frequenza scolastica non sempre costante e con bisogni educativi speciali, FRIC828001 0775379008 0775379008 FRIC828001@istruzione.it P.E.C. che vanno messi in riferimento all’argomento dell’UdA. Indicizzazione materiali e realizzazione CD a cura di Antonella PULVIRENTI. uda – classe prima; uda – classe seconda; uda – classe terza; curricolo verticale individua al suo interno uno o più docenti referenti per la compilazione dei PDP. Il momento dell’esposizione orale sarà anche un momento di verifica orale. 80012790608 - C.M. Ricerca per: Schede didattiche sui miei libri con attività ed esercizi. Si può andare dall'alunno disabile all'alunno eccellente, infatti anche l'alunno eccellente può avere dei bisogni educativi speciali. 4 0 obj Definire un ruolo specifico per alunni con problemi: trovare il proprio spazio cognitivo e sociale nel gruppo 2. Progettazione e compilazione di un'Unità di Apprendimento inclusiva x�\ێGr}��(j�=�3���_֫�jwe[�d����� ���O����@��-2n�U-(�ZvM5��P7�ؗ�\W�Xc��2���X�s���ӟ~m��������{���g��親��+�~*�,���uӎ�����\G��jn�փ��rw�໗�k����ʻ�cٖw�|w,���3=:ձ����/�wώ#9i �1�#�t�[�$��ͱ|��mH�X `�ݵ��X!>�`�6�����#��A�dZL)@��)hS��Z�jl����Hj�;؈HH�+�����|7�PP�2|D��ďI� ;�� U�!�#Ņ���8�ޱ�@���&���>�f���o���g��������vA��" ���y|��;��Smq^�S]�K;���&����W�'.����' 3 0 obj burattini con percorsi di attività laboratoriali a carattere creativo-espressivo e l’utilizzo di materiali di recupero. Definire un ruolo specifico per alunni con problemi: trovare il proprio spazio cognitivo e sociale nel gruppo 2. FRIC828001@pec.istruzione.it La fase 2 va preceduta da un’attenta analisi dei bisogni formativi e di apprendimento della classe, descritti in termini sia quantitativi (es. %���� Nelle classi sono presenti ormai molti alunni con BES: - DSA - diversamente abili - ADHD - DSL - altre tipologie Ciò comporta una MODIFICA della modalità ORGANIZZATIVA nella gestione della classe e l’uso di una DIDATTICA FLESSIBILE al livello di: •STRATEGIE •METODOLOGIE •STRUMENTI •MEDIATORI •TEMPI … endobj Indicizzazione materiali e realizzazione CD a cura di Antonella PULVIRENTI. Per gli alunni dichiarati con BES per motivi socio-economici dovrà essere redatto un documento riservato in cui il Consiglio di Classe spiega la situazione del candidato e le particolari attenzioni adottate in corso d'anno. Definisce le modalità di organizzazione, le funzioni e la composizione del personale dei Centri Territoriali di Supporto (CTS). Ricerca per: Schede didattiche sui miei libri con attività ed esercizi. 4) Compiti a casa (per tutta la classe): ripasso del lessico e di il y a… . Vai al contenuto. �R�`�s XN�g֣pR`&�~���������2_����v�~a��ǖS�sf9u}x˜ٛ���\��ek�����8���[�/~>Xj���V�� parti analitiche: descrizione del contesto, analisi dello studente con disabilità, analisi degli altri studenti con Bisogni educativi Speciali, gestione della classe inclusiva, co-teaching parti progettuali: la proposta didattica inclusiva. Creazione di altre tessere per il memory e gioco in piccolo gruppo. << /Length 5 0 R /Filter /FlateDecode >> La fase 2 va preceduta da un’attenta analisi dei bisogni formativi e di apprendimento della classe, descritti in termini sia quantitativi (es. per alunni privi di certificazione, ma con altri bisogni educativi speciali: Il Consiglio di classe procede quindi all’analisi delle situazioni che richiedono una programmazione individualizzata. l��$���f�w#URL!fq��=I��`Me$�@H�牝��� �E?�?�t܊����P-laAN�%�{6��bM�&&1�҆�o�BO~.5��X� �Hk�LI9�>����9vC�4���jZ�=S���AT�E�R�e%� 2. In caso di mancata individuazione sarà compito dell’intero consiglio di classe. Schede con le unità di apprendimento svolte per la classe prima media, seconda media e terza media. Sfruttare la risorsa informatica per utilizzare le abilità degli alunni con BES 3. quanti: alunni/e; Bes e con handicap; stranieri, ripetenti ecc.) quanti: alunni/e; Bes e con handicap; stranieri, ripetenti ecc.) La fase 2 va preceduta da un’attenta analisi dei bisogni formativi e di apprendimento della classe, descritti in termini sia quantitativi (es. 4 0 obj Modalità di affrontare il testo scritto: ð Utilizzo di programmi di videoscrittura con correttore ortografico ð Utilizzo di procedure guidate per la pianificazione (definizione del compito di scrittura, ideazione, scaletta/traccia) ð Utilizzo autonomo di procedure per la pianificazione (definizione del compito di scrittura, ideazione, scaletta/traccia) Didattica facile BES BES: un CD di materiali operativi per lavorare con gli alunni Ideazione ed elaborazione materiali a cura di Isabella MARINO, Antonella PULVIRENTI, Paola VERRANDO. stream GRIGLIA DI VALUTAZIONE RELIGIONE CLASSI II.....202 GRIGLIA DI VALUTAZIONE RELIGIONE CLASSI III.....203 CRITERI PER LA VALUTAZIONE Rendere trasparente, il più possibile oggettiva e omogenea la valutazione è uno degli obiettivi che persegue quanti: alunni/e; Bes e con handicap; stranieri, ripetenti ecc.) �tQ��s%�(�w@�. che vanno messi in riferimento all’argomento dell’UdA. � )���F3A�Oԣ���3��8���+��[��~�����|CX�8Ctu_Mc�&�Ƣ.O���0�̗�I�@�7���R��A"JW��׎����} 6��0N�,��h��m IIS “Sarrocchi” Siena Pagina 16 Modalità di affrontare il testo scritto: ð Utilizzo di programmi di videoscrittura con correttore ortografico ð Utilizzo di procedure guidate per la pianificazione (definizione del compito di scrittura, ideazione, scaletta/traccia) ð Utilizzo autonomo di procedure per la pianificazione (definizione del compito di scrittura, ideazione, scaletta/traccia) Creazione di altre tessere per il memory e gioco in piccolo gruppo. I Bisogni educativi speciali: concetti chiave e orientamenti per l’azione 5 1. stream Via Torrione dei Nobili, 2 - 03022 Boville Ernica (FR) - C.F. INSEGNARE GEOGRAFIA CON LE NUOVE TECNOLOGIE (per tutti i gradi di scuola) Fai un clic sull’immagine _____ MAPPE E LE LEZIONI AUDIO (MP3) DI GEOGRAFIA (4^ Classe) Fai un clic sull’immagine _____ GEOGRAFIA IN CLASSE CON … Google Mappe 27/12/2012 DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI SVANTAGGIO LINGUISTICO-CULTURALE-SOCIO-ECONOMICO D.M. a) P.D.P. .N#¡n��m6��ƹ?�(l��rALZ��P��R�pqP�Ӑ���e��.o��y�������ơ@�ڡ!�0�~�pw@���P���DI}Y���)��������>���i��C,kv���g���tV�G�1` Ͱ�~� .��0��?1����:_����� �n6G���'�ew'};ٶD�� \l�S=�ݚ�����j��!�2������ k+�A?X 0Y��)�鄟6[����b���9�ػn��)3����2{ۊ�wۊ ��A�mA����O����7(4.cw�,H�>$�ȶ:)N��v^����.�q�&_���P�>!���O��G��{K�f�Ś[�Jp��da/�"�R D� ����!�ƕil���z��fyCs�� uda classe prima; uda classe seconda; uda classe terza; uda classe quarta; uda classe quinta; uda – scuola sec i grado. <> Schede con le unità di apprendimento svolte per la classe prima media, seconda media e terza media. endobj UDA con indicazioni per i BES Argomento: IL SISTEMA NERVOSO ... ripasso a tutta la classe, priva di valutazione numerica ma con informazione di ritorno sulla prestazione ... didattica nei confronti delle persone con BES. alunni con disabilità (con sostegno didattico) alunni con altri BES Presentazione dei casi particolari (BES e allievi con particolari difficoltà) con breve riepilogo delle specificità. n. 350/2018; Possibilità di utilizzare il … 2 0 obj Si può andare dall'alunno disabile all'alunno eccellente, infatti anche l'alunno eccellente può avere dei bisogni educativi speciali. Progettazione e compilazione di un'Unità di Apprendimento inclusiva UdA Scuola Secondaria di 1° grado Classe II - Arte UdA Scuola Secondaria di 1° grado Classe II - Musica UdA Scuola Secondaria di 1° grado Classe II - Educazione fisica UdA Scuola Secondaria di 1° grado Classe III - Italiano ... eventualmente a disposizione degli aventi diritto con i … 27/12/2012 Unità&di&Apprendimento:! O.m. uda infanzia.